English
Italiano

Figli dell’Esilio

In occasione del Decennale di AREF International, è stato pubblicato il Libro “FIGLI DELL’ESILIO. 10 ANNI TRASCORSI A DARE VOCE AL POPOLO TIBETANO”, a cura di Marilia Bellaterra e Federico Petrozzi (Pacini Ed., Pisa, 2013).
La prefazione è del Leader del Governo Tibetano in Esilio Dr. Lobsang Sangay, in riconoscimento dell’impegno dell’Associazione a favore dei rifugiati Tibetani. Inoltre il Libro è presentato da Giovanna Melandri, Presidente di Uman Foundation, dai Curatori Marilia Bellaterra e Federico Petrozzi e da Francesco Codispoti nella sua qualità di Consigliere di Aref International.
Abbiamo deciso di tradurre tutto il lungo lavoro dell’Associazione in una serie “storie” che sintetizzano il travaglio e la “resilienza” del popolo Tibetano. Alcune sono esperienze e testimonianze di attivisti italiani e Tibetani. Altre affidano alla voce narrante di un personaggio vissuti e pensieri di molti uomini e donne del Tibet. Altre ancora sono testimonianze sia di sostenitori che di ragazzi Tibetani che sono il cuore dei nostri progetti. Ogni storia è illustrata da foto e ci sono anche due sezioni esclusivamente fotografiche: “Ali e Radici” e “Luoghi dell’Esilio”.
Il risultato è questo Libro dove – in 220 pagine e 269 foto – si “incontrano” le voci di giovani Tibetani, di supporter della causa tibetana, di testimoni e sostenitori che  narrano le storie del popolo tibetano e di come esso combatta quotidianamente per i propri diritti più semplici e la propria libertà. E’ la nostra testimonianza sul lavoro umanitario che AREF International sta svolgendo per l’educazione dei giovani tibetani e la preservazone della cultura tibetana così unica e ricca.
Dopo Roma, stiamo presentando il libro in diverse città di Italia. Questi sono i prossimi appuntamenti:
  • ALATRI – BIBLIOTECA COMUNALE – 17/05/2014 (18:00-20:00)
  • PALERMO – COMPLESSO STERI, AULA MAGNA – 24/05/2014 (10:00-14:00)
  • LIVORNO – LIBRERIA GULLIVER – 13/06/2014 (17:30-19:30)
In calce alcuni dei tantissimi COMMENTI ricevuti, sia dalle persone presenti all’Evento, sia da qulle che non hanno potuto partecipare.

VENDITA
Le copie del Libro possono essere acquistate presso la sede di AREF International (mandando una mail di prenotazione a: info@arefinternational.org) e, a partire dal mese di maggio, nelle Librerie.
Oppure direttamente on line dal sito dell’Editore Pacini. In questo caso il Libro verrà spedito nel tempo massimo di 2 giorni, senza costi aggiuntivi.
I ricavi derivanti dalla Vendita di questo Libro sostengono i progetti e le iniziative di AREF International a favore dei Rifugiati Tibetani.


INDICE del Libro

  • Prefazione (Sikyong Lobsang Sangay)
  • Presentazione (Giovanna Melandri)
  • Presentazione (Marilia Bellaterra e Federico Petrozzi)
  • Messaggio (Francesco Codispoti)
  • Ringraziamenti
  • Messaggio dal cuore … di Aref
  • Introduzione. Niente è per caso. Perché proprio il Tibet (M.Bellaterra)
TESTIMONIANZE
  • Da qualche parte ho perso il mio Losar (Tenzin Tsundue)
  • Buche sulla strada per Bhuntar (M. Bellaterra)
  • Tibet 1987 – Tibet 2004. Due ricordi fra i tanti ( Claudio Cardelli)
  • La mia lingua è la mia patria (Kalsang Dolkar)
  • Verso la Selaqui School (Tenzin Chodon e M. Bellaterra)
  • Diventare infermiera. La nurse che sognava un dente d’oro. La ragazza che viveva con i fantasmi, senza sapere del focolaio (M. Bellaterra)
  • Da monaco a genitore (Tsering Paljor e M. Bellaterra)
  • Dorjee Kyi e Shao Tamdin (Federico Petrozzi)
  • Tashi Phurpa. Ritrovare il filo in una Thangka (M. Bellaterra)
  • Sei Tibetani che diventeranno insegnanti (M.Bellaterra, Nawang Dhakpa, Mabja Lhamo, Lhamo Dolkar, Tenzin Tsenyi, Tsering Wangmo, Tenzin Yeshi, Tenzin Pema).
I SOSTENITORI RACCONTANO
  • La nostra storia (Patrizia Accossu, Cooperativa Cellarius)
  • Marco e Tenzin (Marco Arditi)
  • Il sasso tibetano (Giulia Bettini, Roberto e Massimo)
  • Sostengo un “nonno” (M.Bellaterra, Francesco, Paolo e Roberto)
  • “Piacere Mundgod”. Ricetta di un incontro (Francesca Fimiani)
  • La mia storia (Bruna Fiorini
)
  • Una storia come tante (Anna Fortini e Daniele Regini)
  • Un sogno (Attilia Grassetti)
  • Piccolo promemoria (Antonella Izzo)
  • La mia storia (Piera Monzelli)
  • Un inaspettto, amorevole incontro (Anna Lisa Pascucci)
  • Con il cuore e con la mente (Antonella Sferlazza)
  • La mia storia (Tatiana e Silvano Sulis)
  • L’esperanto del cuore (Evelina Sissy Violini)
  • La mia storia (Giovanna Bertoli, Liceo Vailati)
  • Non tutte le ciambelle … (M. Bellaterra)
RACCONTI SUL TIBET
  • Io Dorjee Kyi, una donna in esilio dal Tetto del Mondo (M. Bellaterra)
  • La bambina sullo yak (Federico Petrozzi)
TRIBUTO
  • Senza nome (M. Bellaterra)
  • Last Night I had a dream (Carlo Buldrini)

PRESENTE E FUTURO

  • Chi siamo
  • Cosa abbiamo imparato
. Sinergie di percorso
. Coordinamento per il Sostegno a Distanza La Gabbianella”
. Associazione Italia Tibet
. Si riparte sempre … ma non si riparte da zero
. Margini
. I nostri Viaggi (Istituzionali)
. Le nostre Scuole
. Le Mostre Fotografiche e i Video
. Gli eventi di solidarietà alla causa del Tibet e delle minoranze
. Sua Santità il Dalai Lama.
APPENDICE: RINGRAZIAMENTI
SEZIONE FOTOGRAFICA:
  • ALI E RADICI
  • I LUOGHI DELL’ESILIO

COMMENTI

MAURIZIO ANDOLFI (Direttore Accademia di Psicoterapia della Famiglia)
Ho conosciuto Marilia Bellaterra come “giovane” psicologa dagli Anni Settanta. L’ho seguita nel sul percorso di psicoterapeuta e di  didatta di una prestigiosa Scuola di psicoterapia per più di 30 anni. In questo Libro, il meglio di Marilia é legato al suo impegno politico e umano per un popolo tanto  lontano quanto dimenticato nel suo esilio forzato dal tetto del mondo. I  Figli dell’esilio stanno crescendo a dismisura ovunque in un mondo travolto da guerre e sopraffazioni  secondo la legge antica del potere e dell’interesse economico e predatorio. 50 anni  di genocidio e di esilio forzato, come quello Tibetano, non sono sufficienti a  farci ribellare e rifiutare  di vivere in un Pianeta dove l’ingiustizia sociale e la legge del più forte vince sui più elementari diritti umani. L’Associazione Aref celebrando il suo decennale  con la presentazione di questo volume prezioso “Figli dell’esilio” vuole lanciare una prima pietra forte e aguzza per scuotere le coscienze di tanti, politici, tecnici,terapeuti che non sanno vedere oltre il limite dei propri interessi. Bisogna andare oltre, prendere rischi personali e professionali, fare un salto nel vuoto per incontrare il Tibet e riconoscere l’umanità e la forza dei tanti volti presenti in questo libro. Volti schietti, intensi e sorridenti perché il sorriso é la migliore rappresentazione del dolore e insieme dell’orgoglio di essere vivi e di parlare con gli occhi alle coscienze del mondo.

ANTONELLO D’ELIA (Didatta dell’Accademia di Psicoterapia della Famiglia)
AREF International ci fa il dono di aiutarci a non dimenticare che il mondo è grande e ha bisogno di Pace. E che il mondo siamo noi:

ILARIA TORTOLINI (terapeuta della famiglia)
Diec anni di ammirevole impegno per il Tibet … Spero davvero che i tanti risultati ottenuti si propaghino nello spazio e nel tempo, fino alla conquista della Libertà per il Tibet.

Leave a Reply