English
Italiano

Tibet, USA nominano Destro come coordinatore per la questione tibetana

destro nuovo raccordo con il tibet

Il 14 ottobre 2020 gli Stati Uniti d’America hanno fatto un ulteriore passo in avanti per sollevare e difendere la questione tibetana in termini internazionali. Ad annunciarlo è stato il Segretario di Stato americano Mike Pompeo in una conferenza stampa. Il nome scelto per il Tibet è quello di Robert A. Destro, veterano difensore dei diritti umani e avvocato per i diritti civili.

Tibet e USA, sodalizio continuo. Pompeo: “Ecco cosa farà Destro”

Continua quindi il sodalizio internazionale tra Tibet e USA, grazie anche (e soprattutto) alla nomina di questa figura di raccordo che, in base a quando dichiarato da Pompeo, avrà il ruolo di spingere la Cina a riprendere i colloqui con il Dalai Lama. A tal proposito, Destro dovrà concentrarsi “sull’avanzamento del dialogo tra il governo di Pechino e il Dalai Lama, proteggendo la distinta identità religiosa, culturale e linguistica dei tibetani, migliorando il rispetto dei loro diritti umani e molto, molto di più” (Radio Free Asia).

Pompeo inoltre ha commentato i recenti fatti di violazione dei diritti umani, definendoli sistematici e guardando alla “repressione costante in Tibet” come una delle sfide “centrali che abbiamo identificato dal Partito Comunista Cinese”. Il lavoro è stato promosso dall’attuale presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il quale “ha ordinato a tutti noi di lavorare per cercare di preservare: quanta più libertà, quanta dignità possiamo per ogni cittadino cinese quando si trovano di fronte a queste massicce violazioni dei diritti umani che vengono condotte da il Partito Comunista Cinese”.

Infine, Pompeo ha commentato anche la recente elezione della Cina nel Consiglio per i diritti umani dell’ONU: “Una vittoria per i tiranni e un imbarazzo per le Nazioni Unite”.

Potrebbe interessarti anche: Xinjiang, scoperti 380 campi di internamento costruiti dalla Cina: il report

Chi è Robert Destro, la nuova figura di raccordo tra USA e Tibet: “

Come si può leggere dal sito ufficiale del governo americano, Robert Destro “ha una lunga storia come difensore dei diritti umani e avvocato per i diritti civili con esperienza in elezioni, lavoro e diritto costituzionale”. Tra le altre cose, “è stato commissario della Commissione per i diritti civili degli Stati Uniti dal 1983 al 1989. Il suo lavoro legale include la collaborazione con il Peace Research Institute di Oslo in un dialogo di quindici anni tra i leader musulmani, cristiani ed ebrei nei settori legale, commerciale e religioso negli Stati Uniti e in Medio Oriente, nonché sforzi per promuovere il rilascio di prigionieri politici e prigionieri di coscienza in Medio Oriente

Su Twitter, Destro ha commentato la nuova nomina in favore del Tibet sottolineando di “esserne orgoglioso” e che “non vedo l’ora di coinvolgere i tibetani ei nostri partner in tutto il mondo per promuovere i diritti umani e le libertà fondamentali per il Tibet nella RPC e oltre”.

Ha infine aggiunto: “Il deterioramento della situazione dei diritti umani e la mancanza di libertà religiosa nelle aree tibetane richiedono la nostra attenzione. Gli Stati Uniti continueranno a cercare il dialogo tra la RPC e il Dalai Lama, proteggendo la cultura unica dei tibetani e promuovendo lo sviluppo sostenibile nelle comunità tibetane”.

Potrebbe interessarti anche: Lhasa, nascono nuovi “centri di sicurezza” per controllare i tibetani

Articolo di Angelo Andrea Vegliante