English
Italiano

Utilizzo dei fondi


Il sostegno economico annuale fornito dallo sponsor è fissato per l’anno 2010 in:
235,00 (duecentotrentacinque) euro.

Tale quota verrà utilizzata per il raggiungimento delle seguenti finalità:
  • per bambini e adolescenti che vivono nell’ambito della propria famiglia: mantenimento agli studi, contributo all’acquisto di cibo e di indumenti;
  • per monaci buddhisti (adulti e bambini) che vivono all’interno della propria comunità monastica: mantenimento agli studi di base e/o agli studi superiori, contributo all’alimentazione;
  • per nonni e persone anziane che vivono nell’ambito della propria famiglia: contributo all’acquisto di cibo e di indumenti;
  • per persone malate che vivono nell’ambito della propria famiglia o in regime anche temporaneo di ricovero: contributo alle spese sanitarie, all’acquisto di cibo e di indumenti;
  • per persone in condizioni di povertà nell’ambito della propria famiglia: contributo all’acquisto di cibo e di indumenti.

E altresì previsto il sostegno e/o la partecipazione, con onere economico da definire, di volta in volta, a diverse iniziative locali in corso o altre che verranno successivamente attivate, quali:

  • iniziative e strutture scolastiche e/o formative: contributo alla realizzazione di locali scolastici e/o di arredi;
  • iniziative e strutture scolastiche e/o riabilitative per persone con handicap psicofisico e sensoriale: contributo alla realizzazione di locali scolastici e/o di arredi, sostegno alla formazione degli operatori;
  • iniziative e strutture sanitarie e assistenziali: contributo alla realizzazione di presidi e strutture sanitarie e all’acquisto delle relative attrezzature;
  • strutture abitative: contributo alla realizzazione di locali per abitazioni civili o di particolari sale (di meditazione, di refezione, di servizi) all’interno di comunità monastiche;
  • iniziative di artigianato e di auto-imprenditorialità: contributo all’attivazione di iniziative rispondenti alle specifiche esigenze locali, che possano potenziare le risorse umane presenti sul territorio e che siano, soprattutto, capaci di sviluppo autonomo e di auto mantenimento;
  • iniziative di sostegno e di mantenimento della cultura locale: contributo alla realizzazione di manifestazioni, anche nel nostro paese, che abbiano lo scopo di promuovere, diffondere e mantenere la cultura tibetana. Ad esempio realizzazione mostre fotografiche e di oggetti, organizzazione di seminari e conferenze, realizzazione di mandala e danze rituali, da parte di monaci o artisti che ne abbiano una specifica competenza, ecc.